Fagottini pomodoro mozzarella

L’olio extravergine d’oliva contrariamente a quanto molti pensano, rispetto agli altri oli, rivela una buona resistenza al calore e si presta egregiamente per la preparazione di fritti (da concedersi con moderazione).

Infatti, la sua particolare composizione e la presenza delle naturali sostanze antiossidanti hanno il merito di proteggerlo dai danni causati dal calore.

L’importante è non scaldarlo mai fino a farlo fumare, infatti, alla temperatura di 195°C/198°C, le componenti grasse bruciano sprigionando l’acroleina, una sostanza volatile, dall’odore pungente nociva per fegato e irritante per le mucose gastriche.

Per la frittura in olio d’oliva, la temperatura ottimale è quindi è tra i 160°C/ 180°C. Per essere sicuri di utilizzare la corretta temperatura e che questa rimanga costante, è ottimale utilizzare una piastra elettrica alla quale abbiamo precedentemente impostato la temperatura voluta. Diversamente possiamo utilizzare un termometro da cucina.

Quando il nostro olio avrà raggiunto la giusta temperatura, immergere pochi pezzi alla volta in abbondante olio.

Se vengono rispettate queste accortezze un piatto fritto, ogni tanto, ce lo possiamo permettere.

Difficoltà: media
Tempo di preparazione: 4 ore
Qualche attenzione: in frittura non superare il punto di fumo

Ingredienti: per 4 persone

Per la pasta:

  • Olio extravergine d’oliva: 1 cucchiaio
  • Farina di grano duro: 250 g
  • Farina rimacinata di grano duro: 250 g
  • Lievito di birra: 12,5 g (metà panetto circa)
  • Sale fino: 10 g circa
  • Acqua tiepida ( 37 C°): 300 ml
  • Zucchero: 1 cucchiaino.

Per il ripieno:

  • Pomodorini freschi:
  • Mozzarella:
  • Origano o basilico: q.b.
  • Sale q.b.

Olio d’oliva per friggere: circa 500 ml

Preparazione

Per la pasta:

  • Fare sciogliere il lievito di birra e lo zucchero nell’acqua tiepida (37°C)
  • Mettere in un recipiente capiente le farine e rimestiamole
  • Aggiungere gradatamente la miscela di acqua e lievito, da prima, mescolando con un cucchiaio, poi impastiamo con le mani. Questa operazione possiamo affidarla ad impastatrice da cucina.
  • Quando abbiamo quasi completato l’operazione di impasto, aggiungiamo l’olio extravergine e il sale.
  • Impastare fino a quando il nostro impasto non sarà liscio e omogeneo. Se usate l’impastatrice da cucina, controllate nelle istruzioni i tempi di lavoro consigliati.
  • Quando l’impasto sarà liscio e omogeneo, trasferire in una ciotola e fare riposare in un luogo tiepido, per circa 1,5/2 ore, avendo cura di praticare il classico taglio a croce sulla superficie e coprire il composto con un canovaccio.
  • Quando l’impasto sarà raddoppiato, metterlo nel piano di lavoro, fare un lungo salsicciotto e dividere in 12 parti uguali (circa 70 g).
  • Lavorare ciascuna porzione formando delle palline. Riporle ordinate in un vassoio e fare lievitare nuovamente per circa 30 minuti.

Durante il tempo di lievitazione prepariamo gli ingredienti di riempimento dei nostri fagottini

Per il ripieno:

  • Lavare e tagliare a rondelle i pomodori, avendo cura di togliere i semi.
  • Salare e lasciare in una ciotola, per far si che sgocciolino un po’ d’acqua.
  • Aggiungere a piacimento: un po’ d’olio extravergine d’oliva classico o aromatizzato all’aglio e origano o basilico.
  • Tagliare a fette il formaggio filante per pizze (no mozzarella classica perché è ricca di acqua)

Quando la seconda lievitazione sarà terminata e il volume delle palline sarà raddoppiato

  • Stendere ciascuna pallina di pasta, fino a formare un disco. Farcire con il pomodoro (facendo attenzione a scolare bene) e il formaggio filante.
  • Chiudere bene i fagottini, bagnando i lembi con l’acqua e schiacciando con i rebbi di una forchetta

Riscaldiamo circa 500 ml di olio d’oliva in una pentola capiente, quindi cuociamo in olio caldo a 180°C per circa 3/4 minuti per lato.

Saranno cotti quando prenderanno un bel colore giallo oro.

Una volta pronti, togliamo l’olio di frittura in eccesso adagiandoli in una carta assorbente.

Servire caldi.

Buon appetito!